1863-1992 | DI GIOVANNI IN OLTRE

Storia d’Italia e di persone da Giovanni Corrao a Giovanni Falcone

“Ho scoperto di essere italiano, ho scoperto di essere contemporaneo; ho scoperto che esistono azioni stupide che mi divertono immensamente – e non solo a me: facciamole allora… o no? – e ho scoperto che non riuscire a smettere di ridere provoca una tristezza infinita in chi ti guarda: in chi guarda me che non riesco a smettere di ridere. E questo mi fa venire ancora più voglia di ridere: forse sono cattivissimo. Ho scoperto che tutto sarà molto chiaro, per me e per gli altri” H. Halubras

di e con Marco Gobetti

Scheda in pdf

Spettacolo in corso di pubblica e infinibile creazione, da un copione nato durante le prime venti prove pubbliche su strada de “La vera storia di Hilario Halubras“; legato allo spettacolo è lo stage per attori di creazione pubblica “Verranno giorni che non basterà guardare”. Lo spettacolo è stato e può essere replicato ovunque: dalla stanza, alla sala, dal piccolo al grande teatro, sino alla strada.

L’incredibile storia di un uomo dell’Ottocento che si trasforma in un uccellino, per diventare un uomo del Novecento e oltre.
La violenza usata con disinvoltura dai poteri forti dello Stato – quegli stessi che dovrebbero essere garanti di giustizia – segna il processo che porta all’unificazione formale dell’Italia, dando luogo a una inquietante deriva verso un sistema viziato e pericoloso: un’oligarchia che, sotto la maschera di un’apparente legalità, infetta tuttora i poteri dello Stato e agisce manipolando il diritto, per perseguire interessi di parte e per ridurre intere masse di cittadini all’ignavia culturale e politica.

 

di giovanni
Schermata 2014-02-28 alle 17.59.27

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *