TEATRO DI RICICLO

Nato nel 2017, durante l’esodo di teatrosustrada.2017, il TEATRO DI RICICLO trova un suo primo sviluppo a Grenoble nel 2019 e a Torino nel 2020, con 130 repliche de Il nome della rosa – Teatro di riciclo

Per “teatro di riciclo” si intende l’azione di un attore tesa a evocare una replica precisa o un insieme di repliche trascorse di uno spettacolo cui abbia preso parte o di cui sia stato spettatore: la vicenda e le immagini dello spettacolo rivivono, così, profondamente contaminate dalla narrazione dei meccanismi teatrali e di tutto ciò che è riconducibile al rapporto tra attori, spazi e pubblici incontrati.
Il “riciclo” del teatro già stato non intende essere surrogato del teatro stesso; bensì concentrato rarefatto, essenza che ne sublima la mobile immanenza, la magia: l’”altrove rimanendo”. Travaso di generi, base concreta per l’utopia.