Bestiame etimologico

Di come un pesce di nome Logos, che in greco significa parola…

“…conobbe
una rondine di nome Fos, che in greco significa luce;
un vitellino di nome Edoné, che in greco significa piacere;
un’ape di nome Sofia, che in greco significa sapienza;
una tartaruga di nome Anànche, che in greco significa necessità;
una balena di nome Spes, che in latino significa speranza;
un bue di nome Dìche, che in greco significa giustizia;
una cornacchia di nome Tùche, che in greco significa sorte”. 

con Marco Gobetti, Giovanni Moretti

Prime prove pubbliche: 2012, presso Spazio Opi (Torino)

Bestiame etimologico
 si pone nella prospettiva di proiettarsi a ritroso nel tempo, per rintracciare il valore della parola quale atto di creazione.
A prendere corpo è una cosmogonia che nasce dalle parole, appunto, che si inanellano in forma di favola, segnando il destino dell’umanità. Una cosmogonia visionaria e imprevedibile, di disarmante semplicità quanto stupefacente.

giovanni moretti prove pubbliche 2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *